Chiusura traforo

Annunci
Immagine | Pubblicato il di | 1 commento

Colledara comune d’Europa ?

Per chi fosse arrivato solo nel pomeriggio dalla luna, ecco cos’è successo stamattina.
Il pullman delle ore 7 NON è sceso in paese perchè già pieno, per poi esser bloccato a Ornano, dove sono dovuti intervenire i carabinieri per verbalizzare l’accaduto.
So che in seguito il consigliere Tullii è andato a discutere dell’accaduto nelle sede di Tua, avendo delle rassicurazione che ciò che è successo oggi non si ripeterà in futuro. Trovo però giusto ricordare che questo non è il primo ‘malinteso’ che succede con Tua, e che con questi malservizi non ci rimettono solo gli studenti, ma anche chi prende il pullman per andare a lavorare.
Per questo sto appoggiando un gruppo di donne che intende denunciare Tua per interruzione di pubblico servizio, e in tal senso ho già avuto un colloquio col maresciallo dei carabinieri di Tossicia.
Ovviamente chiunque voglia unirsi è ben accetto, dimostrando così che si vuol passare dalle parole, che da anni si sentono, ai fatti che invece non si sono mai visti, magari coinvolgendo anche l’amministrazione dato che stiamo parlando di un servizio pubblico.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Fosse che fosse la volta buona.

Dopo i lunghi lavori, quei cavi interrati rischiavano di restare opera morta (e sepolta) se non ci fosse stato un ulteriore step del processo di sviluppo delle rete pubblica a fibra ottica in Abruzzo. Grazie a un accordo tra la società telefonica Tim e Infratel (società del ministero dello Sviluppo, Mise, che ha realizzato i lavoro di interramento e collegamento) ora quei cavi serviranno a qualcosa e la fibra ottica _ con i servizi della banda ultralarga _ sarà accesa e potrà arrivare in cento comuni. Si tratta di Comuni più o meno piccoli delle quattro province per i quali è evidente quanto sia importante poter contare su un canale affidabile di comunicazione come la fibra ottica per arginare il rischio isolamento.

In sostanza Tim utilizzerà le infrastrutture di Infratel per portare la banda ultralarga nei comuni individuati dal progetto. L’intesa rappresenta una sinergia tra pubblico e privato per superare il digital divide nel nostro Paese, e prevede da parte di Tim un investimento rilevante per “accendere” la fibra.

In una nota Tim sottolinea come l’accordo “consenta di realizzare un programma di attività predisponendo una road map di attivazioni da parte di Tim conseguenti alla consegna della fibra ottica da parte di Infratel, e contraddistinta da date certe riguardo l’attivazione dei servizi ai cittadini, alla pubblica amministrazione e alle aziende di quei territori”. L’accordo fissa un cronoprogramma di attivazioni certo sulla base della disponibilità della fibra all’effettivo completamento dei lavori. In parallelo con i negoziati per definire tutti gli aspetti contrattuali è già iniziato il piano di attivazione; un’accelerazione per quanto riguarda la diffusione massiva dei servizi è prevista quindi già nel corso di quest’anno e si completerà nel 2020/2021.

(Fonte : Il Centro)

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Per quanto ancora

A Colledara quattro famiglie prendono l’autonoma sistemazione per il sisma i DIECI ANNI FA, per un contributo totale di €2.500,00.
I contributi sono uno di € 800,00, due di € 600,00, ed infine un altro di €500,00 e sono per quattro nuclei familiari tutti di Villa Petto.
E’ chiaro e palese che le cosiddette ‘casette’ sono state ‘ad minchiam’ se alcune sono occupate da una sola persona, che quindi costerebbe meno come contributo di autonoma sistemazione, e altre da persone che sono ‘piovute dal cielo’ dopo l’ultimo sisma.
Inutile dire che NON esiste alcun controllo, e che quindi è possibile che chi percepisce il contributo viva poi tranquillamente da ‘mamma e papà’, o ancor peggio nella sua casa di categoria “E”.
Infine se l’amministrazione si può rifugiare in un insulso “La legge è così”, ben diverso è il discorso per l’opposizione, che dovrebbe iniziare a fare qualche battaglia magari ‘populista’, ma che faccia capire che il suo vento è cambiato.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

A.A.A. cercasi operaio

Il comune ha pubblicato il bando di concorso per l’assunzione a tempo indeterminato con contratto part-time, di un “Operatore tecnico – operaio”.
Le domande devono essere consegnate o spedite entro il 23/09/2019 al Centro per l’Impiego di Teramo, ed il modulo può essere richiesto in comune in archivio generale dato che da li possono stamparlo senza problemi.
Per ogni altra informazione si può scaricare dall’albo pretorio, la delibera n° 719 sino al 17/09/2019.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Autovelox Settembre 2019

Per qualche oscuro motivo i controlli predisposti a Colledara non sono presenti in quelli ‘ufficiali’ dati dalla prefettura, in ogni caso ecco tutte le date.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Il falso non d’autore


Parto subito col dire che un ministro degli interni, o presunto tale, che risponde ad un consigliere comunale, non è che secondo me stia usando bene il suo tempo, ma andiamo avanti.
Il caporale s’è fatto fotografare nel suo ufficio mettendo poi questo post : “Un consigliere comunale del Pd emiliano mi definisce pubblicamente un “pazzo pericoloso” ed evoca l’utilizzo del CAPPIO per fermarmi. Visto che da un anno (lo sto facendo anche stamattina in ufficio) combatto contro Casamonica, scafisti e spacciatori, non sono certo insulti e minacce a farmi paura. Ovviamente, mai col PD!”
Tralascio i commenti dove il caporale viene paragonato ad un novello Cristo, se non altro perchè l’originale diceva tutt’altro, ma mi soffermerei sulla falsità di questa fotografia. Infatti per mostrarsi un bravo padre di famiglia e buon cattolico, il caporale ha messo in bella vista sia l’immagine della figlia, che una sacra, peccato che siano a favore di fotografo e non di chi le dovrebbe vedere, cioè lui stesso, che infatti può guardare solo il retro delle cornici.
A mio avviso se una persona tarocca le fotografie, è anche un po’ tarocco anche lui, e del resto stiamo parlando di uno dei più grandi trasformisti della politica italiana degli ultimi vent’anni, uno capace di passare dall’essere un giovane comunista padano che cercava d’incitare gli altri alla disobbedienza civile, a che chiede pieni poteri dopo aver visto un sondaggio.

Pubblicato in Senza categoria | 3 commenti