Autovelox Novembre 2019

Immagine | Pubblicato il di | Lascia un commento

Chi sono i geni

Già una volta ho parlato dei folli costi di gestione delle fotocopiatrici comunali, che per chi non lo ricordasse sono due SHARP 2614.
Al momento il comune paga una canone di 402.00€ al trimestre più IVA per entrambe con un contratto quinquennale per un totale di 8040.00€ più IVA, ma non solo. Infatti il comune paga anche la carta e le ‘copie extrasoglia’, che tanto per fare due numeri a settembre sono state di poco più di 230.00€.
Ora vagando in rete ho trovato le STESSE IDENTICHE MACCHINE in vendita a 2750.00€ IVA esclusa, quindi minimo ce ne escono almeno quattro se non più. So bene che i soliti pipparoli mentali diranno che nel canone è compresa la manutenzione, peccato che tale sevizio sia compreso nel presso per il primo anno, e possibile a prezzi AMPIAMENTE scontati per i successivi.
Detto ciò rimane la domanda più semplice del mondo, e cioè a che servono montagne di carta in un mondo dove tanto ogni documento nasce in forma digitale.

Pubblicato in Senza categoria | 6 commenti

Ieri sono stato in un posto…

molto strano dove due associazioni si sono messe insieme per creare un evento, lavorando gli uni vicino agli altri avendo sempre un bel sorriso. E’ anche passato il sindaco ma giusto per un saluto, con relativa stretta di mani, per poi sparire senza dire nulla al megafono. Il bello è che c’erano molte persone pur non essendoci niente da mangiare, ma interessate solo all’evento dove avevano portato i loro figli. Non c’era neanche il solito venditore del Folletto, o dell’attrezzo che taglia tutte le verdure come meglio si crede, ma un banchetto dove si ci poteva associare a pochi euro.

Ieri sono stato ad Azzinano che non è neanche un comune, ma una frazione di uno più piccolo e meno popoloso di Colledara, dove non ci sono più quasi trenta associazioni, ma vederne due lavorare insieme è quasi un miracolo.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Giornata ecologica del 10 Novembre – Programma

Immagine | Pubblicato il di | Lascia un commento

L’idiota

L’idiota (in russo: Идиот, Idiòt) è un romanzo di Fëdor Dostoevskij. Considerato uno dei massimi capolavori della letteratura russa, vuole rappresentare “un uomo positivamente buono”, un Cristo del XIX secolo.
(fonte Wikipedia)
Ma a Colledara chi s’è mai filato Dostoevskij !Noi abbiamo la nostra versione, che più di un uomo positivamente buono, è un decerebrato armato di bomboletta spray.
In un altro articolo l’utente Cararella ha scritto “Trovo più infantile colui che si fa i selfie e si elogia come comunista sui giornali di cronaca rispetto alla coglionata di qualche cretino”, e sono pienamente d’accordo a metà con lui.
Sono d’accordo perchè odio i selfie, non lo sono perchè Gesidio è il vide-presidente del BIM, quindi una figura pubblica che ha un peso diverso per esempio rispetto al sottoscritto.
Personalmente credo che il comunismo sia morto da tempo, e chi dice d’esserlo ha qualche problema con la storia, così come chi lo evoca come spettro da combattere.
Il duce è invece semplicemente morto ammazzato e finito appeso per i piedi a Piazzale Loreto, e a chi lo ne vorrebbe uno nuovo andrebbe tolto il diritto di voto per palese imbecillità.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

La riserva di Fiume-Fiumetto

Fino a qualche tempo fa le gestione della riserva era affidata all’associazione “Esperienza Natura”, e credo che solo un idiota potesse dire che c’era qualcosa che non andava, pulizia in primis.
Poi è stata affidata allo I.A.A.P. che pare oggi non abbia un centesimo per tenerla almeno pulita, ed infatti basta andare alla ‘prima casetta’ per rendersi conto che l’erba non è stata tagliata da mesi. Il tutto senza dimenticare il progetto “Wake Up Camp” (quello delle tende sugli alberi), di cui si parla da quasi due anni senza però che ci siano stati risultati visibili.
Questo per dire che è facile parlare di ‘green economy”, o più semplicemente di ecologia a buon mercato, ma poi quando bisogna passare dalle parole ai fatti, sono necessarie competenze e non solo spirito di squadra, o peggio ancora appartenenza ad una determinata area politica.
La triste conclusione è che la riserva di Fiume-Fiumetto al momento non serve a nulla, e viste le sue attuali condizioni sentieri compresi, il suo destino è tutto tranne che roseo. Si può solo sperare che la giornata ecologica del 10 novembre serva non tanto a ripulirla, ma a far capire a chi di dovere che un bene comune non può esser gestito in questo modo.

Pubblicato in Senza categoria | 8 commenti

C’è qualcosa che non quadra

Vediamo un po’ nel 2002 il sindaco era Mauro.
Poi per 10 anni c’è stato Peppino.
Dal 2014 è Manuele.
E solo adesso s’accorgono che nessuno ha mai pagato ?
E va anche bene che c’è chi si è accollato quasi metà del debito, ma resta il fatto che stiamo parlando di 500€/anno, mica di milioni.

Pubblicato in Senza categoria | 1 commento