L’onore delle armi di Anonymous

L’onore delle armi è un particolare tipo di riconoscimento militare, un onore cavalleresco che si conferisce in ambito militare per rendere ossequio al valore dell’avversario sconfitto. Al termine di un combattimento o comunque di un conflitto nel quale il soccombente abbia mostrato particolare e leale valore, è regola fra tutte le armate organizzate rendere ossequio a tale valore ed alla lealtà dell’avversario con una cerimonia di alto significato cavalleresco e di vibrante attestazione di stima, appunto detta “onore delle armi”.
(fonte Wikipedia)

 
Prendendo oggi l’aperitivo, un amico mi ha chiesto se era giusto concedere a Peppino l’onore delle armi, come uomo politico di livello locale.
La mia risposta è stata negativa per una serie di motivi che vedrò di riassumere.
Già durante il suo primo mandato è stato chiaro che la sua politica era indirizzata a favore pochi a discapito di molti, un esempio su tutti gli aiuti sfacciati alla Pro-Loco e non solo in occasione di quella mangeria collettiva chiamata “Lucrezia Borgia a Castiglione della Valle”.
I suoi sostenitori affermano il suo buon comportamento dopo il sisma del 6 aprile e di come si sia battuto per far rientrare Colledara nel cosiddetto “cratere”, con tutti i benefici che se ne sono susseguiti.
Ciò è vero, ma lo è altrettanto come non abbia dato seguito a quella edilizia popolare che avrebbe permesso a chi ne aveva più bisogno, di ritrovarsi un tetto a poco, favorendo invece le costruzioni private che per molti hanno costi proibitivi.
Il semplice fatto di aver riproposto nella sua totalità il programma di cinque anni fa, è un chiaro segno del nulla che è avvenuto in questo periodo, durante il quale Peppino ha sempre scaricato su altri le colpe della sua “inefficiente inattività”. Dopo cinque anni stiamo ancora parlando di far partire la raccolta differenziata o di come sfruttare la riserva naturale di Fiume Fiumetto. La gran parte dei colledaresi sono stati tenuti lontani dalla vita pubblica, come se non la riguardasse in alcuna maniera, e le strade hanno sempre più bisogno di una manutenzione degna di questo nome, tanto per capirci non del tipo visto per quella che porta al cimitero vecchio.
Per questi e molti altri motivi a Peppino non può esser concesso l’onore delle armi, qualcuno non lo vorrebbe neanche vedere come membro dell’opposizione in comune e forse ha ragione, se non altro darebbe l’occasione a qualcuno di farsi un po’ d’esperienza per la prossima tornata elettorale, perchè è chiaro che chi ha vinto deve ora dimostrare che è in grado sia di governare, che di farlo con la propria testa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...