Chi si ricorda

del pirla che diceva che aveva fatto bene il comune a non distribuire le mascherine in abbondanza perchè tanto non servivano più ?
Perchè è evidente che aveva detto un’emerita CAZZATA, ma del resto quando si vive fra le chiappe di qualcuno perchè così gli si lecca meglio il culo, poi si rischia che invece dell’ossigeno al cervello arrivino delle scoregge con tutte le conseguenze del caso. Detto ciò state tutti tranquilli, perchè se qualcosa andrà male ci sarà sempre il nostro amato sindaco a fare da punto di riferimento in comune, e s’intende che questa affermazione va presa alla lettera, quindi nel caso mettevi le scarpe.

Cambiando in parte discorso da quando è iniziata la pandemia siamo diventati un po’ tutti virologi con l’ovvia conseguenza che le cazzate non sono mai mancate, fra negazionisti e apocalittici non so chi ne abbia sparate di più, anche se i primi sono i più pericolosi, non solo per se ma soprattutto per gli altri. Il risultato è che oggi c’è chi gode per la positività della famiglia Di Giulio, il che secondo me è da perfetti stronzi indegni di potersi definire esseri umani.
So bene che a suo tempo definii Fabrizia quando si presentò sei anni fa “casalinga disperata”, ma un conto è l’ironia anche se la mia non fu certo accettata, un altro augurare la morte a chi la pensa diversamente da noi.
Auguro quindi a tutta quella famiglia una pronta guarigione, sperando che questa spiacevole esperienza gli abbia fatto seppellire l’ascia di guerra.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Chi si ricorda

  1. La voce di Colledara ha detto:

    Guarda che non era un pirla come dici tu ma UNA al servizio del sindaco.
    Per il resto mi associo agli auguri a Luigi e la sua famiglia per una pronta guarigione sperando che almeno serva di lezione a chi continua a dire che è tutto un bluff.

  2. VELOCIRAPTOR ha detto:

    Indipendentemente da Bluff o meno, tantissimi auguri di pronta guarigione a Luigi ed ai suoi familiari.
    Per quanto attiene tutto il resto……..non vi preoccupate c’è il fabbricatore di cioccolato in comune, c’era anche a marzo durante il primo lockdown.

  3. Carancia meccanica ha detto:

    IPOCRITI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...