La differenza che non c’è

neanche nelle piccole cose.
Chi si ricorda la sagra del puttanone ?
Io l’aspettavo quasi con ansia, perchè poco prima dell’apertura veniva pulita la strada che porta a Castiglione, e che passa davanti casa mia.
Strada che è stata ripulita giusto la settimana scorsa, e guardacaso domenica c’è stata la giornata di pulizia a Castiglione, che certamente è un evento ben più utile della secchia sagra del puttanone, la cui ultime edizione è di più di dieci anni fa. Volendo fare il pignolo la pulizia è stata a dir poco ‘approssimativa’, ma non certo per colpa di chi l’ha fatta a livello materiale, perchè se ti danno una pala per la neve puoi far ben poco di realmente buono.
Qualcuno mi chiederà se non sono felice che abbiano tolto mezzo metro di erbacce e via dicendo davanti casa mia, e la risposta è ovviamente sì ma …
Ma io non credo alle coincidenze, e siccome sono certo che i riscossi siano anche un bel bacino di voti per i rinnovabili, ecco che mi viene da pensar male ma soprattutto mi chiedo a quando una nuova pulizia se non apre il campeggio a Castiglione, sperando che ciò avvenga a breve.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

16 risposte a La differenza che non c’è

  1. Brown ha detto:

    È ovvio che i “riscossi” sono una longa manus dell’amministrazione, sarebbe irreale ammettere il contrario, questo non per sminuire la tua considerazione, anzi… Detto ciò rimane il fatto:
    “strada pulita una tantum in modo pietoso e pericoloso”.
    I rami lasciati a vigilare il ciglio della strada sono una scommessa con il destino di qualche sventurato in motocross, moto, motorino, bicicletta ecc.
    Ma in fondo in fondo che importa:
    “come alla sagra del Puttanone, abbiam mangiato a Castiglione”.
    Che poi il verbo corretto sarebbe “Pulito”, non “Mangiato”, ma vai a capire la differenza…non per complottismo, però dopo il monumento dedicato alle bocce, non vorrei arrivasse il monumento dedicato all’area campeggio. A proposito ma il bocciodromo? No quello non ha una pratica sisma quindi niente… Rimane così.

    • Ilmigrante ha detto:

      Voglio sperare che non ci sia un nuovo monumento alle buone intenzioni, anche se sul progetto Wake-up ho da sempre diversi dubbi. Il primo è cosa ci viene a fare qualcuno in campeggio a Castiglione, se intorno c’è il nulla cosmico, quindi in pratica non c’è nessuna vera idea di come far passare una settimana ai ‘villeggianti’.
      Fra l’altro se scendi verso il fiume non prendono neanche i cellulari, quindi l’unica opzione è trovare delle persone che vogliano l’ozio assoluto sconnessi dal mondo.
      L’unico posto che andrebbe bene così com’è è la cascata e la sua area pic-nic, peccato che sia nello stesso stato di 12 mesi fa, quindi di completo abbandono.

      Detto ciò trovo geniale l’idea della giornata di pulizia, se non altro perchè fai fare ad altri, e per di più gratis, quello che dovresti fare tu, cioè rendere l’area vivibile.

    • Giulio Antenucci ha detto:

      Provo a rispondere in toni pacati perchè un po’ mi dispiace delle cose scritte qui sul forum. Iniziamo con la pulizia della strada… E’ difficile crederci ma la pulizia della strada era già prevista in settimana quindi non stiamo parlando di favori, poi se la pulizia non è stata fatta efficacemente questo lo sapete voi! Siamo un bel bacino di voti per i rinnovabili? Può darsi! Siamo una longa manus dell’amministrazione? Può darsi (parlo a mala pena l’italiano!). Se questo progetto resterà un monumento lo saprà solo il futuro, noi poveri illusi proviamo a combinare qualcosa di buono. Se qualcuno vuole darci consigli siamo con le orecchie aperte. Altra cosa che voglio chiarire che qui non si è capito: il progetto è presentato da un individuo che non fa parte della nostra associazione e viene gestito da una neonata cooperativa (cooperativa riscatto) che ha vinto due bandi nazionali ai quali si era liberi di partecipare; quando qui viene detto che la nostra associazione ha preso soldi pubblici c’è un grosso errore che mi fa girare le scatole. Tutti noi stiamo investendo il nostro tempo e qualcuno di noi anche i propri soldi e mezzi per provare a portare un po’ di movimento in paese perchè, ditemi se sbaglio, colledara è vuota! Capite anche voi che ascoltare o leggere cavolate ci fa demoralizzare! Anche perchè mio caro Vincent io e te abbiamo parlato già a 4 occhi (e per questo ti aspettavo all’evento) ma evidentemente non è servito a nulla. Vediamo di essere chiari: 1. la gestione delle riserva è affidata allo IAAP, 2. il campeggio è gestito dalla Cooperativa (noi siamo semplicemente soci) 3. l’associazione fa meno eventi perchè, non chiedendo contributi all’amministrazione (da non crederci visto che portiamo molti voti), abbiamo difficoltà a realizzarli perchè questi ultimi hanno costi e tempistiche che non sempre riusciamo a gestire.
      Altra cosa trattandosi di cooperativa di comunità se ne avete voglia potete benissimo aderire e proporre le vostre idee. Credo che portare nuova linfa vitale a colledara sia un bene per tutti. Noi ci proviamo, voi?
      Ultima cosa quando chiedi chi potrebbe venire in questo campeggio magari qualcuno che vuole rilassarsi o qualcuno che vuole fare un bel giro nelle nostre montagne che non sono poi così tanto lontane per chi è abituato a questa tipologia di esperienza; non credo tu rientri in questa tipologia come non ci rientro io. Per quanto riguarda il segnale cellulare stiamo mettendo il wifi in riserva ma visto l’utilizzo forse è meglio restare senza connessione.
      Torno a dire ogni idea o consiglio è ben accetta ma vi chiedo di non metterci di mezzo l’associazione! Credo che per il paese ci sia bisogno di collaborazione!
      Scusate lo sfogo ma veramente mi sarebbe piaciuto prendere soldi pubblici.

      • Ilmigrante ha detto:

        Se non avete perso soldi pubblici come avete pagato le tende ?
        Perchè se non ricordo male non costano proprio pochissimo, quindi che si trattino di contributi pubblici o di bandi nazionali o europei, alla fine della favola non credo faccia molta differenza, sempre premesso che il comune inteso come amministrazione c’entri poco o nulla. Così come poco conta che il progetto l’ha presentato un altra persona, dato che alla fine lo gestite voi.
        Certo che ricordo la nostra chiacchierata, ho ancora il foglietto da te scritto in cui mi vieti di parlare dell’associazione 🙂

        Detto ciò la mia sincera speranza è che il progetto funzioni, se non altro per avere qualcosa di diverso in paese, ma non provare a prendermi per i fondelli scrivendo che la pulizia della strada non è stato un ‘favore’, perchè diventeresti alquanto ridicolo.

        • Giulio Antenucci ha detto:

          Visto che ti reputi intelligente vai sul dizionario e vedi cosa sono i contributi pubblici…. se non fa differenza perché ti preoccupi tanto? Ti ricordi della chiacchierata però continui a scrivere dell’associazione?!?!? Ti ho detto la gestione è affidata alla cooperativa che è composta da un cda e loro gestiranno il campeggio! Sei intelligente ma a volte non vuoi capire! Buonanotte!

          • Ilmigrante ha detto:

            Contributi pubblici : Trattasi di contributi a fondo perduto (l’impresa, che li riceve, non è tenuta a restituirli all’ente erogatore) versati da un ente pubblico ad una impresa allo scopo di sostenerne l’attività.

            “Ti ricordi della chiacchierata però continui a scrivere dell’associazione?”
            Perchè non puoi impedirmelo ?
            Sai è uno cosa chiamata ‘democrazia’, se non ne sai il significato cercalo sulla Treccani 🙂

            • Giulio Antenucci ha detto:

              Ti avevo chiesto di non parlarne solo perché in passato eri stato poco trasparente ma tu puoi farlo benissimo proprio perché siamo in democrazia ma attingendo correttamente alle fonti altrimenti sei uno dei tanti che alimenta le Fake news! Ripeto sono soldi stanziati da privati (“bando forza” finanziato grazie ai versamenti dei parlamentari di sinistra italiana) e non capisco perché ti dia tanto fastidio che i soldi li abbia presi la cooperativa! Anche se fossero stati soldi pubblici non capisco perché non ti vada bene! Comunque per queste informazioni devi rivolgerti alla cooperativa perché l’associazione non ha chiesto soldi! Grazie della chiacchierata! Spero che (non tu se hai questo spirito) qualcun altro si avvicini al progetto!

  2. Carancia meccanica ha detto:

    È un po’ il gioco delle parti , chi nulla fa nulla sbaglia e in questo ci siamo passati un po’ tutti , passare da criticoni a criticati , il vostro mi sembra piuttosto un gruppo di amici a cui nessuno è permesso entrare anche se voi pensate non sia così , in mezzo a voi non vedo giovani ragazzi che dovrebbero essere la linfa vitale quella che voi piano piano andate esaurendo avvicinandovi sempre più ad organizzazione vicina a .
    Lo so non è facile , ma i ragazzi di Colledara ,questa nostra nuova generazione distratta e svogliata VA IN QUALCHE MODO COINVOLTA ,allora sì che avreste fatto qualcosa di veramente importante e bello per Colledara ……altrimenti nulla di nuovo sotto questo cielo .

    • Ilmigrante ha detto:

      E’ ufficiale che tu stai sul cazzo al filtro antispam 🙂

    • Giulio Antenucci ha detto:

      Forse è vero perché siamo un gruppo di amici anche fuori dall’associazione! Ci abbiamo provato! È un argomento sul quale ci siamo più volte confrontati. Vorremmo che qualcuno si avvicinasse e siamo sempre disponibili!

  3. La voce di Colledara ha detto:

    Perchè Giulio non ci spieghi come hai pagato le tende?

    • Giulio Antenucci ha detto:

      Ho risposto sopra! Per ulteriori info c’è la cooperativa al quale è possibile richiedere info e addirittura aderire! Potete informarvi sul Sito della cooperativa dove è riportato il bando vinto dalla stessa! Poi se ne può parlare anche di persona incontrando il presidente della cooperativa che saprà spiegarvi meglio di mail!

  4. Ilmigrante ha detto:

    “Anche se fossero stati soldi pubblici non capisco perché non ti vada bene!”
    Perchè sono profondamente contrario a qualunque forma di finanziamento fatto con denaro pubblico ad associazioni o imprese, in quanto secondo questo denaro deve servire solo ed esclusivamente a sovvenzionare opere pubbliche, e se vuoi fare ‘impresa’, nel senso più ampio del termine, devi farlo coi tuoi soldi e non con quelli dei contribuenti.
    Questa ovviamente è una mia opinione personale, e in quanto tale chiunque può dire che sia errata, ma solo portando argomenti perlomeno validi.
    Così come è opinabile la mia personale idea molto negativa delle varie Coop di sinistra, se non altro per come si sono ‘evolute’ rispetto all’idea iniziale, quella tanto per capirci di 30anni fa che aveva ben altro senso.

    Quanto al mio esser ‘poco trasparente’ ti ricordo che hai contestato dicendo che erano fake news foto scattate la mattina, contrapponendo quelle del vostro sito scattate qualche mese prima.

    Detto ciò ripeto spero per l’ultima volta, che vi auguro di riuscire nel vostro progetto, dimostrando così che i miei dubbi erano infondati, e che sinceramente non me ne può importar di meno se sostenete un sindaco che considero mediocre, almeno per quello che riguarda l’inizio di questo mandato.

    Ops dimenticavo io non credo nella beneficenza fatta dai partiti.

  5. Brown ha detto:

    Ma il tema del post era puntato sul fatto che l’Amministrazione pulisce poco e male in fin dei conti, perché ora si va così sul personale?! Il prendersela così per aver accoppiato la suddetta associazione alla Coop. che gestisce la riserva o quella parte, non è poi così strano cmq! Andando su Google si possono trovare facilmente articoli del giorno di pompa magna in cui il Sindaco ed il presidente di ARCI Teramo festeggiarono l’aggiudicazione; non dimenticarono di menzionare il prezioso aiuto dell’associazione Riscossa e di Simone Tulli in particolare ; quindi perché ora si vuole celare che i componenti di Riscossa sono i soci infaticabili della Coop. che gestisce Fiume Fiumetto? Così si alimenta il sospetto.
    A mio parere ci sono relazioni, intrecci, conoscenze politiche “sempre” dietro queste iniziative, purtroppo, ma chi ne beneficia sono pochi, di solito quelli che non si sporcano le mani, mi viene in mente che un Consigliere in propaganda disse che lui teneva molto a questo progetto, questo Consigliere fa politica per vivere, quindi “Fate Vobis”. Naturalmente si dirà ma è una cosa positiva per il territorio, ed è innegabile, ma sotto sotto è mossa dalla sete di arrivismo, di carriera politica…
    Ma queste sono bazzecole, il tema centrale è il sisma, dove sono finiti i registi di Contadino Rivoluzionario? Non vedono lo scempio che si sta compiendo con le pratiche sisma, si sono ritirati? Non sanno? Hanno perso la connessione? Eppure ci sarebbe da fare un sequel, l’ingegnere, l’amico non collega dell’ingegnere, le assunzioni al comune, i gattini che gironzolano per il comune, il tesoro da conquistare ovvero appalti su appalti sisma… E noi qui discorriamo di quisquiglie.

    • Ilmigrante ha detto:

      Colledara fa meno di 2500 abitanti, quindi buttarla sul personale è spesso inevitabile, se non altro perchè ci si conosce quasi tutti.
      Io non volevo partire dal fatto che gli operai del comune puliscono male, ma sul fatto che avendo un sindaco che per molti non è più credibile, qualunque iniziativa egli prenda poi viene criticata perchè ‘di parte’.
      Quanto al giorno in cui il consiglio comunale diede in affido la riserva, la foto finale l’ho fatta proprio io che ero presente in sala, quindi ricordo benissimo i vari discorsi fatti.

      Il discorso ricostruzione è ovviamente complesso, però se vuoi scrivo un post anche di poche righe per poi incanalare li la discussione.
      Quel che è certo p che ormai neanche più gli stupidi credono ad una ricostruzione ‘pulita’, dopo che si sono i visti i vari personaggi da te elencati, anche se poi è tutto a norma giuridica, ma come detto prima se non sei credibile tutto quello che fai puzza di favore.

  6. VIVA COLLEDARA ha detto:

    Aldilà delle questioni personali il problema è chi gestisce la pulizia del verde pubblico del comune, se non mi sbaglio è sempre Mirko, che ha perso il lume della ragione e non pubblica neanche la lista degli interventi sul sito comunale, siamo tornati a chi fa la voce più grossa ha la meglio sugli altri, oramai si naviga a vista senza uno straccio di programmazione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...