Utente Ebay, Amazon, Aliexpress

Sono utente Ebay dal 17/07/2004 con 552 feedback.
Uso Amazon da cinque anni durante i quali ho fatto quasi 150 acquisti, mentre su Aliexpress ne ho fatti quasi lo stesso numero ma in dieci anni.
Ovviamente compro anche da altri siti, ma si può dire che la prima occhiata la do in almeno due dei tre citati.

Eppure, e non credo d’esser l’unico, non ho mai letto TUTTE le condizioni di vendita, come invece ha fatto qualcun’altro senza però riuscire a dimostrare che ho anche vagamente torto, e per quello che riguarda Aliexpress-Alibaba il motivo è fin troppo semplice. Chi usa quei due siti che sono dello stesso proprietario, lo fa senza tradurre le pagine in italiano, ma leggendo direttamente le originali in inglese, il che vuol dire non avere problemi di traduzione byGoogle, che come ben si sa spesso è fin troppo letterale, quando proprio non sbaglia.
Però più che altro mi chiedo chi abbia il tempo per leggersi tutte le pagine delle condizioni di vendita di tre siti, fra l’altro senza capire che se un prodotto non è conforme lo si può restituire ed avere il rimborso di quanto speso.

P.S. spero che le prossime mascherine consegnate dal comune siano più che ben marcate CE, visto che qualcuno ci tiene tanto alla nostra sicurezza, vero inutile consigliere di maggioranza ?

P.S. 2 chiedo scusa se non tutti i commenti vengono visualizzati subito, ma non è colpa mia, ma del filtro anti-spam che pare sia impazzito.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

34 risposte a Utente Ebay, Amazon, Aliexpress

  1. Nick ha detto:

    “non ho mai letto TUTTE le condizioni di vendita, come invece ha fatto qualcun’altro ”
    Non le ho lette tutte basta cercare i termini e condizioni di vendita –> Cercare parole come –> “garanzia” o/e “responsabilità” e leggere quello che viene fuori, quelle sono le parti più importanti 🙂

    “…senza però riuscire a dimostrare che ho anche vagamente torto..”
    Non è un processo né nei tuoi confronti né nei riguardi dell’ amministrazione comunale, l’intento del mio post originale era far comprendere in questo momento così delicato le giuste precauzione da adottare e non affidarsi al primo che ci vende, al prezzo minore, delle mascherine o delle protezioni che potrebbero darci una falsa sicurezza.
    Spero che quelle info siano di aiuto.

    ” il che vuol dire non avere problemi di traduzione byGoogle, che come ben si sa spesso è fin troppo letterale, quando proprio non sbaglia.”

    che c’entrano le traduzioni?….Google traduce male i certificati CE?, quando un sito è tradotto da Google Translate, si viene notificati con una barra in alto, ….non è il caso dei siti citati…

    “tra l’altro senza capire che se un prodotto non è conforme lo si può restituire ed avere il rimborso di quanto speso.”

    Aridaie con il rimborso 🙂 ,
    Certificato CE fasullo = Contraffazione, Rimborso del pagamento = Servizio Post Vendita, stiamo mischiando due cose che sono differenti tra loro, da una parte ci sono norme, Normative e enti certificatori, laboratori e test, dall’ altro i diritti del consumatore.
    Prodotto –> Marchio CE –> immissione sul mercato –> vendita –> possibile rimborso se non sono soddisfatto.
    Mentre se non si rispettano le normative CE, i prodotti vengono confiscati, indipendentemente dalla mia volontà di acquistare il prodotto, perchè non possono essere immessi nel mercato, è un processo che viene fermato prima che il prodotto possa essere immesso sul mercato.

    —> Spolier <—

    Le mascherine della ditta URIEL Srls di Notaresco consegnate dal comune non saranno marchiate CE, ma autorizzate dall' ISS e di "Tipo da Confermare a seguito dell'esito delle prove" come riportato e spiegato nei post precedenti.

    • Ilmigrante ha detto:

      “Non è un processo né nei tuoi confronti né nei riguardi dell’ amministrazione comunale, l’intento del mio post originale era far comprendere in questo momento così delicato le giuste precauzione da adottare e non affidarsi al primo che ci vende, al prezzo minore, delle mascherine o delle protezioni che potrebbero darci una falsa sicurezza.”
      Rispondo solo a questa perchè è la più ‘bella’ di tutte.
      Va bene non affidarsi al primo che passa, ma al secondo o al terzo ?
      Perchè qui stiamo parlando di un’amministrazione che NON HA MOSSO UN DITO, neanche per andare a prendere le mascherine di Bunny quando erano disponibili più di un mese fa, come invece hanno fatto quelle di tantissimi altri comuni.
      Inoltre meglio una mascherina certificata FDA, quindi di fatto simile a quelle della Uriel che non hanno il marchio CE, o quelle fatte in casa da qualche volenterosa persona ?
      O ancor meglio di una sciarpa o di un foulard ?

      Infine visto che sei così bravo come azzeccagarbugli, vammi un po’ a cercare le certificazione delle tonnellate di materiale medico arrivato di fretta e furia dalla Cina o da Dubai ?

      • Nick ha detto:

        Inoltre meglio una mascherina certificata FDA, quindi di fatto simile a quelle della Uriel

        Dove è scritto che è simile?

        “..quelle fatte in casa da qualche volenterosa persona ?”
        Non confondiamo l’efficacia di queste soluzioni con l’umanità e lo spirito di solidarietà che è dietro a queste soluzioni, ci sono diversi articoli su internet che parlano dell’ efficacia o meno di tali soluzioni, ma nessuno si è mai permesso di criticare o di denigrare lo spirito di solidarietà dietro queste iniziative.

        “O ancor meglio di una sciarpa o di un foulard ?”
        Purtroppo non servono a nulla, servono solo a darci una falsa sicurezza, a quel punto l’arma migliore che abbiamo è la distanza da mantenere dagli altri e non la sciarpa o il foulard.
        Poi come già detto nei precedenti post, in mancanza di una qualsiasi protezione, si può giustificare tutto, ma dobbiamo essere consapevoli che arrivati a quel punto la differenza la fa il distanziamento tra le persone e non quello che indossiamo.

        “vammi un po’ a cercare le certificazione delle tonnellate di materiale medico arrivato di fretta e furia dalla Cina o da Dubai ?”

        Il giornalista Iacobini de La Stampa è stato minacciato dalla Russia, dopo aver pubblicato delle perplessità sugli aiuti arrivati dalla Russia.
        Come detto anche prima, l’origine di un prodotto non ne discrimina o certifica l’efficacia.
        Buona giornata.

        • Ilmigrante ha detto:

          Ti potrei anche dare ragione anche se spari cazzate a raffica, ma solo se ammetti che tu, il tuo sindaco e i tuoi colleghi consiglieri, NON AVETE FATTO UN CAZZO PER UN MESE E MEZZO, e questo a norma ISO-EU-FDA-Rina-ABS e tutti i certificati che vuoi.

          P.s. fra l’altro dimostri d’essere un inutile consigliere di maggioranza, perchè arrivi senza sapere i miei precedenti post, dove per esempio lodavo l’iniziativa delle mascherine cucite a Ornano.

          • Nick ha detto:

            La butti sempre in caciaria e politica.
            Non me ne frega un piffero del Comune e della politica in questo momento.
            Se le mascherine che le persone acquistano non sono efficaci quelli che si ammalano siamo noi, no il Comune, la politica, il consigliere o altri.

            Fammi capire, mi dai ragione se ammetto cosa?,..non voglio la ragione, con i miei post ho cercato semplicemente di analizzare la questione mascherine che purtroppo è un problema di tutti, ho fornito gli strumenti per potersi orientare, non la verità assoulta.
            Poi ognuno può usare queste informazioni come meglio crede.

    • Ilmigrante ha detto:

      Dimenticavo.
      Per fortuna che il comune non ha preso nessuna mascherina, altrimenti NOI avremmo rischiato girando con qualcosa di non a norma.
      Invece VOI avete girato con quelle fatte in casa, sanificandole la sera come se ciò avesse un senso, o usando la stessa per settimane perchè non ne avevate un’altra, mentre io povero idiota credulone le ho sempre avute.
      Pensa un po’ che culo che avete avuto…..

  2. Cesarino ha detto:

    Vogliamo una fabbrica di mascherine all ex prosciuttificio con a capo il consigliere bartolacci!!!

  3. Ilmigrante ha detto:

    Caro inutile consigliere di maggioranza rispondo qui alle tue assurdità così facciamo prima.
    Dire che uno s’ammala se usa una mascherina non conforme, mentre ciò non succede se ne usa fatta in casa o girando proprio senza, cioè quelle che girava grazie a te è da TSO.
    Tu hai scelto un’inserzione, fra l’altro economicamente svantaggiosa, per attaccare Alibaba dicendo che non è affidabile, il che è semplicemente scrivere in malafede.
    Comprare OGGI le mascherine in rete vuol dire spender troppo, era da fare prima quando non l’ho fatto solo io, perchè se vuoi una spedizione rapida la paghi a peso d’oro.
    Tanto per provare a fartelo capire a metà marzo si potevano prendere 100.000 mascherine a 3c l’una, e aggiungendo Iva, spese di sdoganamento e spedizione aerea con consegna in settimana s’arrivava a 10-12c al pezzo, mentre con spedizione via mare quindi più o meno 30 giorni il prezzo era di complessivamente 5-6c al pezzo, e se mi chiedi il link dell’inserzione vuol dire che non hai capito una beata mazza.

    Visto che ti sei svegliato l’altro ieri, oggi le mascherine se ti servono le paghi anche uno sproposito, in nome del liberismo economico e delle regole di mercato, ed inoltre non credo tu abbia bisogno del mio aiuto visto come sei bravo a trovare tutti i link che hai messo.
    Altrimenti vai dal sindaco, tanto vi conoscete bene, e le chiedi a lui 🙂

    Quindi caro inutile consigliere di maggioranza, prima di darmi dell’ignorante in materia fatti un bell’esame di coscienza, ma ancor meglio domani mattina passi a prendermi, e insieme ci facciamo un bel giro per il paese chiedendo a tutti cosa ne pensano della vostra colpevole assenza, e se preferivano una mascherina Made in China al nulla.

    P.s. per sapere se una mascherina funziona basta indossarla, accendere un fiammifero, metterlo davanti alla bocca e quindi soffiare. Se il fiammifero si spegne è meglio buttare la mascherina, come ha ben spiegato un farmacista veneto in un video che spopola su Youtube.
    Lo so è un sistema non certificato, ma del resto non lo è neanche il tuo cervello 😀

    • Nick ha detto:

      “Dire che uno s’ammala se usa una mascherina non conforme”

      Mai detto ciò, ho semplicemente detto che mascherine senza nessuna certificazione o studio che ne verifica l’efficacia non diminuiscono il rischio di esposizione al virus.

      Il consigliere di maggioranza è una tua fissa mentale, ma per fortuna sono un cittadino di questo comune come te e non ho mai fatto politica o rivestito qualche carica istituzionale.

      “per attaccare Alibaba dicendo che non è affidabile”

      Repetita iuvant:
      Ho ripetuto più volte che l’origine del prodotto non ne scredita o certifica l’efficacia.

      “P.s. per sapere se una mascherina funziona basta indossarla, accendere un fiammifero, metterlo davanti alla bocca e quindi soffiare. Se il fiammifero si spegne è meglio buttare la mascherina, come ha ben spiegato un farmacista veneto in un video che spopola su Youtube.”

      Beh se lo dice un farmacista veneto su YouTube allora alzo le mani.
      Stupidi l’ INAIL, ISS , Ricercatori, Laboratori e Università che si stanno preoccupando di testare in maniera efficace i prodotti.

      Più in generale, verificate sempre le fonti o almeno più pareri prima di dare per vera o efficace qualche soluzione 🙂

  4. Ilmigrante ha detto:

    “ho semplicemente detto che mascherine senza nessuna certificazione o studio che ne verifica l’efficacia non diminuiscono il rischio di esposizione al virus”
    Scusa ma quelle che mi ha consegnato poco fa la postina non hanno nessuna scritta, quindi è meglio che non le usi vero ?
    Però guardandole bene sono della PC proprio come di Bunny distribuite dal comune qualche giorno fa, stai a vedere che quelle erano un fondo di magazzino….

    “Il consigliere di maggioranza è una tua fissa mentale, ma per fortuna sono un cittadino di questo comune come te e non ho mai fatto politica o rivestito qualche carica istituzionale.”
    Che ci vuoi fare già sono un malato mentale di mio, mettici anche la quarantena e questo tuo esser pignolo nel nulla cosmico.

    “Ho ripetuto più volte che l’origine del prodotto non ne scredita o certifica l’efficacia.”
    Repetita iuvant: hai preso un’inserzione che faceva al caso tuo girandoci intorno sempre come piace a te.
    Però puoi sempre chiedere in giro se al nulla fornito da te e i tuoi compari, le persone normali avrebbero preferito una con un certificato USA.

    “Beh se lo dice un farmacista veneto su YouTube allora alzo le mani.
    Stupidi l’ INAIL, ISS , Ricercatori, Laboratori e Università che si stanno preoccupando di testare in maniera efficace i prodotti.”
    Non ho detto ciò, ma solo che esiste un sistema pratico per capire cosa si ha fra le mani.
    Fra l’altro nel video si mettono sotto accusa le mascherine distribuite da Zaia.

    “Più in generale, verificate sempre le fonti o almeno più pareri prima di dare per vera o efficace qualche soluzione”
    Il mio parere lo si sa, il tuo idem, quindi perchè non ci facciamo un giretto insieme per vedere chi prende più consensi ?

  5. Forse lo so ha detto:

    Avete rotto le palle con la questione delle mascherine. Posso capire che nel momento pieno di emergenza non si trovavano ma ora che si trovano pure al mercato illegale qualsiasi cittadino che voglia tutelarsi può acquistarle. Siccome il Migrante durante il giorno non ha un cazzo da fare, lo invito a farla finita e magari trovare qualche altra soluzione che possa rialzare l’economia locale che ci circonda. Premetto che non sono fascista ma i vostri ideali sono come i classici Zecche Comunista

    • Ilmigrante ha detto:

      “ora che si trovano pure al mercato illegale”
      Questa me la segno come la cazzata del mese, se non dell’anno.
      A chi interessa baratto mascherine di vario tipo con hashish o marijuana 😀

      “qualsiasi cittadino che voglia tutelarsi può acquistarle”
      Spiega come si fa all’inutile consigliere di maggioranza perchè lui non sa come fare 🙂

      “trovare qualche altra soluzione che possa rialzare l’economia locale che ci circonda”
      Ci sono trasformare il prosciuttificio in una fabbrica di mascherina CE-Iso-FDA-ilcazzochetiprende.

      “i vostri ideali sono come i classici Zecche Comunista”
      e il tuo italiano da 2 senza appello.

      • VIVA COLLEDARA ha detto:

        Sono arrivate le truppe cammellate in aiuto del nostro Sindaco, e credo anche da fuori Comune, ma sicuramente non riusciranno nell’ardua impresa di deconcentrare l’attenzione sul fallimento di questa Amministrazione.
        Oramai è lapalissiano il fallimento di questa Maggioranza, che indipendentemente dal momento contingente, si percepisce che è totalmente inadatta a amministrare questo Comune, ma sarebbe vantaggioso sapere se cio’ che asserisce la Consigliera di minoranza sono destituite di fondamento, in teoria le mascherine di Benny – come avete ribattezzato – erano disponibili in Comune già dalla seconda metà del mese di Marzo, e l’Amministrazione non si è preoccupata di consegnarle alla cittadinanza

        • VELOCIRAPTOR ha detto:

          ERANO DISPONIBILI DALLA 2° SETTIMANA DI MARZO? E CHE LE HANNO TENUTE A FARE IN COMUNE? AH GIUSTO…..HANNO RAGIONE DOVEVANO FARGLI FARE LA QUARANTENA

  6. Ilmigrante ha detto:

    Io non so se quello che dice Angela, perchè è del tutto inutile chiamarla consigliera di minoranza in quanto c’è solo lei, sia vero ma lo è che quel tipo di ‘mascherina’ era a disposizione dei comuni nella sede della Protezione Civile a L’Aquila.
    Quindi anche se fosse falso ciò che dice Angela, che è certamente una persona degna di fiducia ma pur sempre di parte, è grave che nessuno sia andato a prendere quelle mascherine per poi distribuirle alla popolazione.

    Detto ciò posso comprendere che nessuna persona fosse pronta ad inizio emergenza ad affrontare la situazione, ma questi si sono mossi dopo un mese e mezzo, senza dimenticare che era un po’ come ai tempi della scuola, quando non sapevi fare un compito e lo copiavi, e quindi bastava vedere cosa facevano gli altri sindaci.

    Infine per quello che riguarda le ‘truppe cammellate’ sarei ben felice di avere un confronto con loro e l’amministrazione stessa, peccato che questa stia pensando a come fare un consiglio tenendomi fuori.
    Come se poi fosse possibile……

    • La voce di Colledara ha detto:

      Angela abita dietro il comune quindi se s’affaccia vede quello che succede e se dice che le mascherine c’erano io le credo anche se non mi è simpatica.
      Così come sono sicuro che al prossimo consiglio ci sarà da divertirsi perchè dall’ultimo sono successe parecchie cose compresa l’assunzione della moglie di Gatti.

      • Ilmigrante ha detto:

        Ho avuto ben più d’una conferma che ciò che dice Angela sia vero, anche se ad esser del tutto sincero non è la prima volta che sento questa voce, ma volevo sperare che non fosse vero perchè è un’altra mazzata sulla credibilità di quest’amministrazione.
        A questo punto la minoranza dovrebbe chiedere formalmente le dimissioni del sindaco, più che altro come ‘atto dovuto’, pur sapendo che verranno respinte e che andando al voto perderebbero la mozione, ma almeno darebbero un chiaro segnale che non sono li per caso, e se vogliamo anche di ‘tenere’ al paese.

    • VELOCIRAPTOR ha detto:

      PER SENTITO DIRE ERANO A DISPOSIZIONE DELLA PROTEZIONE CIVILE ALL’AQUILA ANCHE LE MASCHERINE CHIRURGICHE TANT’E’ CHE MOLTI COMUNI NE HANNO USUFRUITO PRIMA CHE QUI A COLLEDARA DISTRIBUISSERO QUELLE CHE HANNO DISTRIBUITO. VEDI COMUNI LIMITROFI.

  7. Ilmigrante ha detto:

    E giusto per chiudere il discorso sulle certificazioni :
    “Coronavirus: Iss, sì alle mascherine fatte dai cittadini
    Per contenere la diffusione del contagio tra la popolazione generale sono raccomandate le mascherine di comunità, multistrato che si possono anche confezionare in casa, fermo restando che invece i modelli piu sofisticati Ffp2 e Ffp3 sono per uso diverso”. Lo ha detto il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, Silvio Brusaferro, nel punto stampa all’Iss sull’andamento dell’epidemia.”
    (Fonte La repubblica)

  8. La voce di Colledara ha detto:

    Facendo il riassunto
    il comune aveva le mascherine da almeno un mese e non le ha distribuite
    il comune ha dato delle mascherine che non servono a nulla
    la protezione civile ne ha dato in settimana un paio di quelle buone
    il comune ha speso dei soldi per la mascherine quando bastava comprare il disinfettante e farsi dare le prime dalla protezione civile
    Quindi c’è qualcosa che hanno fatto bene?

    • VIVA COLLEDARA ha detto:

      Sapete perché l’emergenza Coronavirus è passata in secondo piano ?
      Perché stanno aggiustando di nuovo un bando, parlo dell’assunzione di un operaio che avrà anche il ruolo di ruspista, e il super assessore Tulli questa volta non vuole sentir ragione ha già il suo uomo da piazzare per il pagamento di una cambiale elettorale.
      Questa volta sarà uno di Colledara che la Madre aveva una cartoleria, vediamo chi indovina ……. ?

  9. Carancia meccanica ha detto:

    Cazzo viva colledara sei ben informato !!! me cojoniiiii

  10. Ilmigrante ha detto:

    Dopo quello che s’è visto farebbero meglio ad andare per chiamata diretta, almeno risparmiano tempo, intanto si sa già chi prendono con almeno un mese d’anticipo, e fra l’altro di questa assunzione si parla da prima di Pasqua.
    Certo che se viene davvero assunto chi dice Viva Colledara, prendo questa pagina e la porta dritta in procura, magari insieme a qualche altra.

    • VIVA COLLEDARA ha detto:

      Evidentemente non sei di Carancia altrimenti basta origliare quei quattro riscossori per sapere tutto ciò che muove l’amministrazione comunale, però questa volta uno di loro era critico rispetto a quest’argomento e criticava l’operato del suo assessore di riferimento.
      Migrante stai sereno perché qualcuno è già andato in Procura

      • Ilmigrante ha detto:

        A me fa ridere l’espressione “assessore di riferimento” perchè sta a significare un livello mentale prossimo allo zero assoluto da parte di chi ci crede.
        Detto ciò forse non mi sono spiegato bene, nel senso che già m’era giunta voce, pur non essendo di Carancia, dell’assunzione di un ruspista fatta “non solo per merito”, ma del resto siamo abituati al peggio.
        Io in procura ci vado, se non altro per vedere cosa mi rispondono dopo uno ‘spoiler’ del genere 🙂

  11. Italia Viva ha detto:

    La Regione Abruzzo ha finanziato il comune con un contributo di 20.000 euro… come li utilizzerà?! Cosa ci faranno…

  12. Grillo sparlante ha detto:

    Anche di un’altra assunzione si sapeva il nome già molto prima e non ha fatto tanto scalpore.
    Dubito che assumeranno il ragazzo di cui si parla perché è di Colledara e questa amministrazione non predilige gli abitanti del posto e a conferma basta vedere che NESSUNO del comune di Colledara ha avuto spazio dentro al comune né tantoneno incarichi o appalti decenti.
    Pensar male è sbagliato ma ……..

    • Ilmigrante ha detto:

      C’è un paese immaginario che si chiama Roccacannuccia che non assume nessun ragazzo del comune, che però trovano impiego in quelli da cui provengono i dipendenti di Roccacannuccia.
      Il che si traduce in ‘facciamola pulita anche se è sporca’.

    • VELOCIRAPTOR ha detto:

      Meglio nn lavorare per Colledara.
      Ci deve essere 1 solo re mida.
      Il resto zero.

  13. Cacarella ha detto:

    Alla Benfra bisognerebbe rifare i perni e le boccole. Hai capito migrante di cosa parliamo?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...