Benvenuti in Bulgaria

Una volta si parlava di ‘percentuali bulgare’ quando il consenso sfiorava il 100%, e questo perchè essendoci solo un partito, il dissenso era di fatto inesistente, ma non si voleva l’unanimità per dare l’impressione che ci fosse una vera democrazia.
Ieri sera nell’ultimo consiglio comunale dell’anno s’è andato oltre il consenso bulgaro, e questo perchè tutti e tre i consiglieri di minoranza erano assenti, nonostante so che ci sono stati diversi tentativi di rintracciarli per avere almeno uno straccio di giustificazione. E’ ovvio che in una situazione del genere un consiglio può fin troppo facilmente trasformarsi in una commedia comica, col sindaco che spiega agli ‘spettatori’ quel che stanno deliberando, senza che però si possa intervenire se non a consiglio chiuso nel question time.
A parer mio la lista “Uniti per Colledara” ha di fatto cessato la sua funzione e quindi la sua stessa esistenza, magari vedremo nuovamente il terzetto anche se, e questa è sempre una mio opinione, svilito della sua funzione di reale opposizione. Ruolo che oramai appartiene al pubblico che quand’è il caso, pone domande anche scomode per esempio sulle discariche abusive o sulla raccolta delle potature.
Credo sia del tutto inutile fare un racconto del consiglio di ieri sera, il sindaco anche per educazione verso i presenti, ha presentato brevemente i singoli punti all’ordine del giorno, che sono stati votati all’unanimità e resi subito esecutivi in tempi record, ma come già detto non per colpa loro.
Mi verrebbe quasi da dire che è una fortuna che i consigli comunali non siano più ripresi e messi in rete, visto per ‘spettacolo’ di ieri sera, e mi resta solo da sperare che nasca presto una nuova lista civica che si presenti alle prossime amministrative, ma solo se non presenta solo ‘facce vecchie’ o ancor peggio.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

24 risposte a Benvenuti in Bulgaria

  1. La voce di Colledara ha detto:

    Di Angelo e Peppino non mi stupisce più nulla ma mi dispiace che anche Stefano si sia unito a questa buffonata. Questi tre non hanno solo perso ogni funzione ma anche quello che rimaneva della loro dignità come politici di paese. Eppure ieri sera avrebbero avuta vita facile nello smascherare le cambiali che la maggioranza doveva pagare ma si vede che non hanno neanche più voglia di fare quello. Tanto vale che si dimettano almeno lasciano il posto a chi magari ha più voglia di loro in attesa che Gesidio faccia la sua lista per le prossime elezioni.

  2. LA STUDIOSA DISTOCA ha detto:

    Politici????? ma che cazzo dici ???? meno male che si sono tolti dalle palle , non c’è più nulla da arraffare per il duo magico , per Stefano che si è candidato nella speranza di poter arraffare qualcosa anche questa è svanita …………tanto loquaci prima sul sito Facebook e attivi in campagna elettorale ora non hanno nulla da dire sulla loro INGIUSTIFICATA ASSENZA? …….dimenticavo un buo augurio per la macchina nuova , piano piano i soldini accantonati con il terremoto cominciano a venire fuori .
    Buon Natale a tutti

    • Ilmigrante ha detto:

      Credo che ‘politici di paese’ fosse LEGGERMENTE ironico, ma come al solito posso sempre sbagliare.
      Allo stesse tempo penso che ci sia stata una totale mancanza di riguardo verso le 526 persone che li hanno votati, pur sapendo che non era facile vincere, ma non per questo si sono tirate indietro.
      A mente fredda non so se siano ‘giuste’ le loro dimissioni, se non altro perchè manderebbero in consiglio tre persone senza la minima preparazione, che si troverebbero di fatto solo a fare presenza col rischio di scivoloni ad ogni intervento.

      Quello che posso affermare, e credo che nessuno possa contraddirmi, è che ieri sera c’era uno strano ‘imbarazzo collettivo’ da parte un po’ di tutti, partendo dal sindaco sino all’ultimo spettatore arrivato in sala.
      Credo di non essere l’unico curioso che aspetta il prossimo consiglio per vedere cosa succede, sia chiaro che non m’interessano eventuali giustificazioni, perchè se si vuole fare una qualche forma di protesta si ci presenta e poi si ci siede fra gli spettatori.

  3. La voce di Colledara ha detto:

    Chi va con lo zoppo impara a zoppicare e Stefano ha imparato in fretta ma del resto i due insegnanti sono di altissimo livello AH AH AH.
    E comunque dopo questa figura di merda se ne devono andare tutti e tre tanto non hanno più nessuna credibilità anche se dicono 2 + 2 = 4.

  4. Grillo sparlante ha detto:

    Non voglio in alcun modo giustificare il comportamento della minoranza, ma forse dobbiamo pensare alla totale assenza della maggioranza e questo fa decisamente rimpiangere “pesanti” presenze che non si sono ricandidate.
    Le riprese video sono scomparse e dobbiamo ringraziare chi ci racconta cosa accade durante i consigli comunali e non sappiamo se ci sono ancora i consiglieri muti che alzano solo il braccio oppure sono diventati propositivi.
    Una cosa mi è strana e non l’ho capita ed è perché i “vecchi della minoranza” non si sono tolti il sassolino dalla scarpa su un argomento di sdemanializzazione.

  5. Ilmigrante ha detto:

    Per completezza pubblico il post lasciato da “Uniti per Colledara” su Facebook.
    “Nel Consiglio Comunale del 17/07/2019 si discuteva di bilancio, noi della minoranza abbiamo sollevato dubbi e incongruenze sui numeri e sui pareri favorevoli nonché dei debiti fuori bilancio, nonostante ciò la maggioranza fu SORDA e senza dare spiegazioni valide ne votò all’unanimità parere favorevole…
    Nel Consiglio Comunale di ieri sera si ridiscuteva di bilancio, ovvero per chi ancora non lo avesse capito si discuteva di un passaggio cruciale per la vita economica del paese perché scelte sbagliate possono gravare su imposte comunali, mense scolastiche, trasporto scolastico…insomma sulle nostre tasche.
    Visto che la maggioranza è SORDA, ieri abbiamo utilizzato IL LINGUAGGIO DEI SEGNI…forse di più facile comprensione a chi sempre al consiglio del 17/07/2019 ha dimostrato di non saper preparare leggere e valutare un bilancio, perché anche in quello di ieri sera veniva portato senza rispettare la norma, norma che amministratori dovrebbero eseguire alla lettera, se non danno il buon esempio loro figuriamoci il popolo.
    Ma soprattutto senza che ci si sia seduti con la minoranza per discuterne prima di portarlo in consiglio, quasi a mo’ di monarchia questo è il bilancio o vi va bene o ve lo fate andare bene e tanti saluti alla democrazia…
    Cosa dovevamo fare??? Andare in consiglio solo per alzare il braccino, per quello basta la maggioranza altrimenti non si chiamerebbe tale…
    Quindi visto il loro sfacciato desiderio di non rispettare le norme (visto alcuni articoli del DL 267/2000 non rispettati) il nostro SEGNO È STATO L’ASSENZA.
    Sperando che almeno i più giovani, politicamente parlando, capiscano che amministrare un paese non è proprio come giocare al monopoli e che quando si indossa la veste di amministratore si indossano anche responsabilità molto importanti che gravano sul popolo, quando siete in consiglio e si vota, fatelo con consapevolezza di quello che state facendo. Dare parere favorevole su questioni che non rispettano la norma significa avvallare volontà politiche ben precise e prendersene le colpe, con precise conseguenze, siate curiosi e approfondite i punti prima di votarli, o quantomeno se c’è una minoranza che dà consigli fatevi venire almeno il dubbio.
    Siamo la minoranza, ovvero parte del popolo che vuole fare il bene del paese…in teoria come voi (approvare punti che non rispettano la norma non è volere il bene del paese).
    Non siamo il nemico, siamo lì per un unico obbiettivo, “COLLEDARA”, non dimenticatelo o tradite il vostro paese
    ASCOLTATE I CONSIGLI DEL CONSIGLIO…NON SIATE SORDI!!!”

    A mio avviso avrebbero fatto meglio a entrare in sala consiliare e sedersi fra il pubblico, invece di non presentarsi per poi giustificarsi il giorno dopo, più o meno come succede a scuola. Ovviamente poi ognuno è libero di vederla come vuole, ma ripeto per me hanno commesso un grosso errore e non solo d’immagine.
    Inoltre da quando la maggioranza discute coll’opposizione del bilancio ?
    Prendere decisioni in ‘solitario’ non è da monarchi ma da chi ha vinto, anzi stravinto le elezioni, come prevede ogni buon sistema democratico dove chi vince decide, e chi perde controlla.

  6. Anonimo ha detto:

    Io invece credo sia stato un bel segnale, e se fossi nella maggioranza mi preoccuperei.
    Non credo però che potevano stare in sala senza partecipare. Poi sinceramente è chiara la volontà e l’apertura di Stefano a un nuovo modo di partecipare alla politica che a Colledara manca, smorzando finalmente i toni di guerra.
    Forse anche più della maggioranza stessa.
    Io personalmente avrei partecipato e poi denunciato tutti, Stefano è troppo buono e forse per non farlo non ha partecipato.
    Punti di vista.

    • Ilmigrante ha detto:

      Secondo me hai bevuto troppo vino cotto e ti spiego il perchè.
      1) la maggioranza non si preoccupa affatto della non partecipazione della minoranza, anzi così fanno prima a finire il consiglio.
      2) nessuno può impedire ai tre consiglieri di minoranza di sedersi fra il pubblico, essendo questa una democrazia e non una dittatura.
      3) se questo è il ‘nuovo modo’ di partecipare alla politica, bisogna che qualcuno spieghi ai tre consiglieri l’ABC della politica stessa.
      4) così non smorzi nessun tono, anche perchè non c’è proprio discussione.
      5) se c’erano i presupposti per far partire delle denunce sarebbero già andati in procura.

  7. La voce di Colledara ha detto:

    Ma che bel segnale una buffonata senza precedenti!
    A chi cazzo importa del decreto tanto caro a Peppino che a parte rompere sui cavilli non sa fare nulla. E poi che cazzata è che non si può stare in sala senza partecipare? Cos’hai nel cervello le scimmie urlatrici ubriache?
    Hanno provato a fare il numero ma essendo degli incapaci gli è riuscito male visto che almeno il perchè non partecipavano al consiglio dovevano dirlo PRIMA e non DOPO.
    E poi cosa denunciano che non hanno uno straccio di prova visto che l’attuale amministrazione sta facendo ESATTAMENTE come facevano loro.

    • Ilmigrante ha detto:

      Sul decreto in questione penso che ne sappia più una laureata in giurisprudenza, che dopo il suo tirocinio ha fatto un esame d’abilitazione, che un diplomato ragioniere commercialista.
      Punti di vista.

  8. Ilmigrante ha detto:

    ALT !
    Ho capito tutto e siamo tutti in malafede.
    L’opposizione ha disertato il consiglio comunale per protestare contro i due contributi dati ai “Maestri della Porchetta”, uno direttamente per la manifestazione di Milano, l’altro dando il denaro a chi s’è occupato della sicurezza durante la loro sagra, per un totale di OTTOMILAQUATTROCENTO EURO.
    E come direbbe il grande Cettola “Into culo al rinnovamento !”

    • VELOCIRAPTOR ha detto:

      Ricordo un consiglio dove vi fu una discussione alquanto animata tra la De Sanctis e il Tiberii Manuele.
      Lui chiuse la diatriba dicendo “Angela ma nn hai capito che siamo diversi?”
      Ecco volevo dire al Sig. Sindaco che in quella occasione ha sbagliato il tempo del verbo……. doveva dire “eravamo diversi” ora nn più. Ha cavalcato il motto “mai soldi ai porchettari” salvo poi…… essere identico.
      Aspettiamo il prossimo rinnovamento perché questo non è stato un granché haahaahaahaa.

    • La voce di Colledara ha detto:

      Quella discussione fra Manuele e Angela credo sia ancora in rete io però l’ho salvata e ogni tanto me la vado a rivedere per riderci su.
      Il prossimo rinnovamento? E chi si presenta contro questi?

    • Ilmigrante ha detto:

      Precisato ciò ben tornato vecchio dinosauro

  9. La voce di Colledara ha detto:

    Certo che quest’amministrazione è proprio cattiva infatti i porchettari per prendere dei soldi devono andare fino a Milano AH AH AH.

  10. BABBO CARNEVALE ha detto:

    Diranno porchettari e amministratori ,tutto questo per promuovere il territorio,per il buon nome del paese .STO CAZZO
    Allora facciamo un piccolo ragionamento , a Milano la porchetta di Colledara ,quindi si dovrebbe pensare che chi viene a Colledara , il TURISTA ,e già questo fa ridere , dovrebbe venire per mangiare la porchetta ,sai uno va a Norcia e mangia il norcino , uno va a Castelli e trova la ceramica , MI DITE DOVE CAZZO SI MANGIA LA PORCHETTA A COLLEDARA?????????
    Un panino a Milano costava cinque euro , tutte le spese pagate dal contribuente , mbe’ anche quest’anno hanno ricevuto un bel regalo , come sempre d’altronde .
    Buon natale

  11. Grillo sparlante ha detto:

    Non ci sto capendo nulla.
    Se i porchettari vendono la porchetta e quindi non LA PROMUOVONO, che ci azzecca il contributo?

    • Ilmigrante ha detto:

      Qualche giorno fa mi hai scritto che sono troppo intelligente per non capire, ora sono io a dire lo stesso a te 🙂
      Però sono buono e ti do un aiutino, la sagra della porchetta serve a promuovere questo prodotto, che in ogni caso viene VENDUTO, quindi anche in quel caso cosa c’entra il contributo visto che le entrate ci sono ? E non mi venire a dire per lo ‘spettacolo’ perchè vinceresti una sano “VAFFANCULO” di quelli che t’abbronzano 😀

  12. Comunale vicinale ha detto:

    I porchettai hanno una marcia in più, fanno di tutto per prendere soldi vostri. Svegliateviiii , voi siete rimasti ancora bambini . Questa amministrazione in pompa magna , cosa disse…. poi cosa si è verificato….. Però devo dire che i rinnova sono stati bravi , hanno capito tutto , è quello che volevate d’altronde . Sono stati in grado di metterlo nel vostro culo senza spingere . E i porchettai godono non solo a Milano ……

    • La voce di Colledara ha detto:

      Dissero nessun contributo e poi ne hanno dati come prima ma a tutti in modo da non scontentare nessuno. Certo prima di soldi ne prendevano 15000 e ora poco più della metà ma rimane il fatto che Manuele s’è mangiato la parola data. Per quello che mi riguarda la prossima che si vota o si presenta uno serio non di questi o non ci vado.

    • Ilmigrante ha detto:

      Più che avere i porchettari una marcia in più, ne hanno secondo me una in me i nostri vari amministratori, che prima o poi ‘scendono a patti’ con questi artigiani. Infatti se all’inizio era facile non dar loro alcun contributo, dopo quello a mio avviso scandaloso da 15.000€, poi è quasi passato in sordina il primo per la fiera dell’artigianato, e forse anche questo secondo ‘pesante’ contributo.
      Fra l’altro oggi è possibile comprare on-line la porchetta di Ariccia, che secondo me è meno gustosa di quella colledarese, ma non quella locale che nel territorio comunale si trova solo due sere a settimana. Il che forse vuol dire che questa specialità è mal pubblicizzata, e certamente il basso livello musicale della sagra non aiuta in questo senso, e che in fondo ai maestri va bene così com’è.

      • Titty ha detto:

        Finalmente state capendo chi è veramente il sindaco e il consigliere fedel scudiero…… Utta acqua al propio mulino…..vogliamo parlare della ricostruzione post sisma?

      • Ilmigrante ha detto:

        Se vuoi parlare della ricostruzione nessun problema, solo per piacere evita accuse ‘a vuoto’ perchè non servono a nulla.

  13. Grillo sparlante ha detto:

    Possiamo parlare della casa di Sancio Panza che oltre alla ricostruzione un po’ fumosa ha incassato anche 100.000 euro di autonoma sistemazione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...