Per chi ne ha bisogno (magari iniziando dal sottoscritto)

Immagine | Pubblicato il di | Lascia un commento

Dovete stare a casa

Immagine | Pubblicato il di | Lascia un commento

La matematica pazza

La Cina ha una popolazione di circa 1.433.000.000, l’Italia di poco più di 60.000, pari quindi a poco del 4% di quella cinese.
Come però si può vedere nel grafico abbiamo circa quasi la metà dei contagiati dal coronovirus che ci sono stati in Cina, per la precisione siamo intorno al 41%, senza dimenticare che nel nostro paese sono stati fatti circa 150.000 tamponi.

Quello che però è ancor meno credibile è il numero dei decessi, dove il dato italico è non solo superiore a quello cinese, ma in crescita.

Il tutto senza tener conto delle condizioni igieniche degli asiatiche, che sono di gran lunga mediamente inferiori di quelle nostrane.
Mi verrebbe quindi da pensare che i dati cinesi siano a dir poco falsi, figli di una propaganda di regime che vuole minimizzare gli effetti del coronavirus proprio dove questo pare sia nato, non tanto per dimostrare la bontà della politica dell’isolamento, quanto di questa abbia funzionato. E’ anche vero che nel momento in cui il governo cinese ha deciso la quarantena, questa sia stata fatta da tutti, e forse questo è uno dei pochi vantaggi di una dittatura, mentre da noi non mancano i cretini che girano come se nulla fosse.
Rimane il fatto che non c’è alcuna logica nel rapporto fra popolazione e contagiati in Cina, mentre è molto simile almeno nei paesi europei.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Achtung achtung

Visto che tutti dicono cos’è vietato, vediamo cosa invece si può fare :
– si può uscire per fare la spesa, ma anche andare a comprarsi per esempio un paio di scarpe, ma visto il momento lo trovo piuttosto idiota, basta che nel negozio non ci sia affollamento e si mantenga sempre la distanza di sicurezza di un metro,
– si può andare a camminare dove si è solito farlo, ma già in due uno è di troppo,
– si può pranzare al ristorante ma non cenare,
– si può prendere il caffè al bar ma non la birra al pub.
Ma soprattutto si può passare il tempo leggendo un buon libro invece di guardare la tv che aumenta la paranoia.

Dovrebbe invece essere severamente vietato :
– spacciare soprattutto su Facebook presente verità assolute credendosi virologi,
– arrabbiarsi col resto dell’umanità perchè la colpa è sempre degli altri,
– dire “ma tanto muoiono solo i vecchi messi male”,
– passare le giornate a rompere le OO al prossimo.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Informativa Mo.Te.

Immagine | Pubblicato il di | Lascia un commento

Rinviato il referendum del 29 marzo sul taglio dei parlamentari

Il Consiglio dei ministri (Cdm) ha deciso oggi pomeriggio di proporre al Presidente della Repubblica la revoca del DPR 28 gennaio 2020, con il quale, prima dell’emergenza sanitaria da Coronavirus, è stato indetto il referendum popolare confermativo.
La scelta del Cdm ha l’obiettivo di consentire a tutti i soggetti politici una campagna elettorale efficace e ai cittadini un’adeguata informazione sulla scelta che sono chiamati a fare votando sul quesito referendario.
Le procedure referendarie in Italia e all’estero vengono quindi sospese, per riprendere quando sarà fissata la nuova data del referendum.

Pubblicato in Senza categoria | 3 commenti

Un po’ di privacy

che tradotto è come faccio a fare quel che mi pare in rete senza esser scoperto ?
Chi vuole mandare e ricevere mail in modo anonimo può usare diversi siti, ma secondo me questo è il migliore :
https://tempr.email/it
fosse solo perchè permette d’usare un numero piuttosto alto di domini, e l’uso è davvero semplice.
Quel che si chiedono però in molti è come si fa a nascondere il proprio IP, e qui la soluzione è semplice : si usa una connessione VPN, che di fatto ‘nasconde’ il proprio IP in uno fornito dal servizio.
La maggior parte dei browser fornisce un servizio VPN gratuito e spesso illimitato, ma per chi vuole esser davvero sicuro di mantenere il proprio anonimato, è meglio usarne uno a pagamento come Nordvpn o Surfshark, che hanno un costo mensile piuttosto basso se si fa un abbonamento pluriennale.
Arriviamo quindi alla più bella delle domande : chi deve usare una VPN ?
Per esempio chi usa sistemi illegali per vedere partite o film in streaming, chi pensa che siamo tutti spiati, o chi semplicemente non si fida.

Pubblicato in Senza categoria | 2 commenti